PARLIAMONE

PARLIAMONE

UN PO' DI TUTTO
 
IndiceCalendarioPortaleGalleriaFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati per:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
I postatori più attivi del mese
florinda
 
ruby
 
marylin
 
andreas
 
Il Gufo
 
miele50
 
titti*
 
Angy
 
I postatori più attivi della settimana
florinda
 
marylin
 
ruby
 
Il Gufo
 
Chi è online?
In totale ci sono 18 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 17 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

ruby

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 913 il 2012-10-23, 00:13
Settembre 2018
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
CalendarioCalendario
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

Condividi | 
 

 L’ipertiroidismo

Andare in basso 
AutoreMessaggio
ruby

avatar

Messaggi : 3971
Data d'iscrizione : 06.05.13

MessaggioTitolo: L’ipertiroidismo   2018-03-13, 11:07

L’ipertiroidismo



Gli ormoni prodotti e secreti dalla ghiandola tiroidea svolgono un ruolo fisiologico di primaria importanza nella regolazione di diverse funzioni del nostro organismo come ad esempio il metabolismo basale, la temperatura corporea, l’attività cerebrale, la velocità del battito cardiaco, la peristalsi intestinale e la funzione riproduttiva. Le disfunzioni della funzione tiroidea sono patologie estremamente frequenti, soprattutto nel sesso femminile e soprattutto durante l’età fertile della donna. Ne parliamo con il Dott. Gregorio Guabello, specialista endocrinologo del Centro Medico Visconti di Modrone.L’ipertiroidismo in particolare è una condizione caratterizzata da una aumentata secrezione di ormoni tiroidei da parte della ghiandola tiroidea con conseguente comparsa di sintomi come sudorazione, aumento della frequenza del battito cardiaco, irritabilità, nervosismo, insonnia, difficoltà di concentrazione, calo ponderale, diarrea, vampate di calore. Nella maggior parte dei casi la maggiore secrezione ormonale è su base autoimmune, scatenata cioè dalla produzione anomala da parte del sistema immunitario di anticorpi che agiscono in modo incongruo sulla tiroide, stimolandola a produrre e secernere nel sangue una maggiore concentrazione di ormoni. Cause meno frequenti di ipertiroidismo sono rappresentate invece da infezioni virali della tiroide (tiroidite subacuta) o da noduli tiroidei iperfunzionanti cioè capaci di produrre in modo autonomo una maggiore quantità di ormoni.
Il dosaggio degli ormoni tiroidei permette in modo semplice e veloce di identificare la presenza di un aumentato livello di ormoni nel sangue mentre l’ecografia del collo e, se necessaria, la scintigrafia tiroidea permettono di identificare la causa specifica che sottende l’ipertiroidismo. Proprio la comprensione della specifica patologia responsabile dell’ipertiroidismo permette di mettere in atto la terapia appropriata che nel caso di una patologia autoimmune o di noduli iperfunzionanti consiste nella somministrazione di farmaci anti-tiroidei (capaci cioè di inibire la sintesi ormonale) mentre in caso di tiroidite sub-acuta consiste nella somministrazione di una terapia cortisonica allo scopo di ridurre l’infiammazione all’interno della ghiandola nell’arco di alcuni mesi. E’ sempre utile e necessario ricorrere allo specialista endocrinologo per un corretto inquadramento diagnostico e per l’impostazione della terapia medica appropriata, la quale va seguita nel tempo fino al ripristino di una normale funzione ghiandolare.    
 
Silvia Trevaini

http://obiettivobenessere.tgcom24.it/2018/03/13/lipertiroidismo/
Torna in alto Andare in basso
Online
 
L’ipertiroidismo
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
PARLIAMONE :: SALUTE E BENESSERE-
Vai verso: