PARLIAMONE

PARLIAMONE

UN PO' DI TUTTO
 
IndiceCalendarioPortaleGalleriaFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata
Ultimi argomenti
I postatori più attivi del mese
florinda
 
ruby
 
titti*
 
marylin
 
andreas
 
miele50
 
ombra
 
Angy
 
Il Gufo
 
franco
 
I postatori più attivi della settimana
florinda
 
ruby
 
titti*
 
Argomenti simili
Chi è in linea
In totale ci sono 40 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 40 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 913 il 2012-10-23, 00:13
Giugno 2017
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
CalendarioCalendario
Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca

Condividere | 
 

 Poesie di Yves Bonnefoy

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
florinda

avatar

Messaggi : 8219
Data d'iscrizione : 13.03.11

MessaggioTitolo: Poesie di Yves Bonnefoy   2016-07-02, 14:35

LE NOSTRE MANI NELL’ACQUA







[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]




Noi agitiamo quest’acqua. In essa le nostre mani si [cercano,
Talvolta si sfiorano, forme spezzate.
Più in basso, è una corrente, è qualcosa d’invisibile,
Altri alberi, altre luci, altri sogni.


E guarda, sono anche altri colori.
La rifrazione trasfigura il rosso.
Era un giorno d’estate? No, è il temporale
Che “cambierà il cielo”, e fino a sera.


Noi immergevamo le mani nel linguaggio,
Vi afferrarono parole delle quali non sapemmo
Che fare, non essendo che i nostri desideri.


Noi invecchiammo. Quest’acqua, nostra trasparenza.
Altri sapranno cercare più nel profondo
Un nuovo cielo, una nuova terra.
Tornare in alto Andare in basso
florinda

avatar

Messaggi : 8219
Data d'iscrizione : 13.03.11

MessaggioTitolo: Re: Poesie di Yves Bonnefoy   2016-07-02, 14:41










LA SCIARPA ROSSA






[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]



LA SCIARPA ROSSA




In alto un atrio nel cielo.
Il sole, al di là. Il comandante
Del vecchio mercantile riceve un viaggiatore.
Un oblò è aperto, le onde sono vicine.




E lui che fa? Si è alzato, lancia
Da questo oblò una cosa, poi altre.
Così: perché, mi dice, questa sciarpa,
Mio padre me la donò, alla mia partenza




Per il primo di tanti viaggi.
L’ho amata, mi è parso che mi dicesse,
L’ho serbata per questo giorno in cui muoio.




La spinge fuori, essa si ripiega
Sulla sua mano, e si rigonfia, poi si dispiega.
Per un istante su noi due tutto il cielo è rosso.





Yves Bonnefoy
Tornare in alto Andare in basso
florinda

avatar

Messaggi : 8219
Data d'iscrizione : 13.03.11

MessaggioTitolo: Le Poesie di Yves Bonnefoy - video    2016-07-02, 14:51

Tornare in alto Andare in basso
florinda

avatar

Messaggi : 8219
Data d'iscrizione : 13.03.11

MessaggioTitolo: Re: Poesie di Yves Bonnefoy   2016-07-02, 14:53


IO TI OFFRO QUESTI VERSI…


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]






Io ti offro questi versi, non perché il tuo nome
Possa mai fiorire in questo suolo povero,
Ma perché tentare di ricordarsi,
Sono fiori recisi, il che ha senso.

Certi dicono, persi nel loro sogno, «un fiore»,
Ma significa non sapere che le parole tagliano,
se credono di designarlo, in quel che nominano,
Trasmutando ogni fiore in idea di fiore.

Tranciato il vero fiore diventa metafora,
Questa linfa che cola, è il tempo
Che finisce di liberarsi dal suo sogno.

Chi vuole avere, talvolta, la visita deve
Amare in un mazzo che abbia solo un’ora,
La bellezza non è offerta che a tal prezzo.
Tornare in alto Andare in basso
 
Poesie di Yves Bonnefoy
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Poesie e scritti capaci di dire cos'è una donna
» Le poesie della tua vita
» Pensieri, Sentimenti, Poesie e Riflessioni....
» Chiaverotti e Dylan Dog
» Cantuccio per le poesie

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
PARLIAMONE :: MUSICA & POESIA-
Andare verso: